Siamo tra i vincitori della OpenMaker Call: ecco il prototipo di Tritino

In accordo con i valori che Felfil supporta, come soprattutto la stampa 3D sostenibile, cerchiamo di fare in modo che la nostra community possa prendere parte al processo di riciclo della plastica a partire già dalla prima fase, quella appena successiva al consumo. Attualmente, per utilizzare un estrusore di filamento, occorre comprare del pellet industriale, oppure tritare la plastica autonomamente, utilizzando strumenti poco pratici come un frullatore o un martello.

Felfil Evo è stato il primo passo nello sviluppo di un sistema di riciclo della plastica domestico, il cui fine ultimo è permettere a chiunque lo desidera di produrre da sé il filamento di cui necessita per la propria stampante 3D. Ora, vorremmo fornire ai nostri utenti un’ulteriore possibilità.

Per questo abbiamo sviluppato Tritino, un trituratore di plastica da tavolo: è stato pensato per essere uno strumento semplice per completare il processo di riciclo domestico, a partire dalle prime fasi. Tritino, infatti, è realizzato come un complemento di Felfil Evo: tutto ciò che occorrerà fare sarà prendere del materiale plastico, tritarlo, inserirlo nel serbatoio di Felfil Evo e iniziare a estrudere del nuovo filamento.

Tritino è ancora un prototipo: è stato proposto come progetto per la OpenMaker Call, e quindi selezionato dalla giuria come uno tra i venti vincitori del bando. Il premio assegnato da OpenMaker ci ha permesso di portare avanti l’idea, e dunque di realizzare il primo prototipo di Tritino, visibile nelle immagini.

 

Dal momento che Tritino è ancora nella fase di sviluppo, non sappiamo dire con certezza quando sarà disponibile. Se vuoi restare aggiornato sul progetto, compila il form seguente!

Resta aggiornato sullo sviluppo di Tritino!